La luce è lenta (Adriano Modica)

La luce ci rivela il mondo e ci rivela al mondo ma, nonostante sia il fenomeno più veloce conosciuto in natura, non riesce a restituirci un’immagine fedele della realtà nello spazio e nel tempo. Noi guardiamo il cielo ma quello che vediamo non è esattamente così nel momento in cui lo stiamo guardando, molti oggetti nel frattempo si sono spostati, altri non ci sono più. In più noi abbiamo sempre una gran fretta di arrivare a conclusioni, proiettiamo sul mondo l’idea che noi abbiamo del mondo senza guardare realmente la realtà. Ma la fretta ci trasforma in cattivi osservatori e finiamo sempre per combinare guai. La luce ci illumina, o meglio, illumina l’immagine perfetta che di noi vogliamo dare al mondo; contemporaneamente, però, rivela sui muri la nostra ombra, la versione buffa di noi, una versione probabilmente più fedele alla nostra natura goffa, spesso sproporzionata, fragile e con un volto che non si vede. Sui muri siamo la nostra parodia fatta con le ombre cinesi. Sui muri diventiamo cartoni animati.

Video:
  • Regia e montaggio: Adriano Modica riprese:
  • Adriano Modica e B. Luporini
  • riprese aeree: Andrea Scarfò
  • Location: Modica (RG), Costa dell’Ambra (SR)
  • Project Manager: Laura Bruno
  • Attori: Stefania Iaria, Linda Blanco, Alice De Lorenzo, Cristina Tagliabue, Adriano Modica.
  • Testo, musica e arrangiamenti: Adriano Modica
  • Registrato e missato da Adriano Modica presso “Ambulatorio Polifunzionale Mobile” e “Atom Heart Studio”
  • Consulenza al mastering: Emiliano Legato
  • Ringraziamenti: Laura Bruno, Andrea Scarfò, Corrado Rizzone, Loredana Nicolò, Emiliano Legato, Fabio Genco, Arianna Assenza, Luca De Lorenzo, Angela Assenza, Mauro Tagliabue, Sebastiano Scirè, Giovanna Giurdanella.
Segui Adriano Modica su:
Testo (A. Modica)

nel cielo noi vediamo stelle
e secondo noi sono lì
ma dove noi vediamo queste luci ferme
non c’è niente da tempo ormai

la luce è lenta
forse io ti vedo ma tu già non ci sei
la luce è lenta
e non abbiamo tutto questo tempo da aspettare

forse sai non ci conviene mai affidarci
in mano a queste luci in cielo
morte cento anni fa mille anni fa
chi lo sa

quelle che noi chiamiamo stelle
son solo cose spente
sospese in aria dove non c’è aria
fa freddo e non c’è luce

la luce è lenta
forse sei già qua e io ancora non ti vedo
la luce è lenta
e non abbiamo tutto questo tempo da aspettare

forse sai non ci conviene andar veloce
diventeremmo luci in cielo
morte cento anni fa mille anni fa
chi lo sa

forse sai non ci conviene andar veloce
diventeremmo luci spente
morte cento anni fa mille anni fa
chi lo sa

forse non ci conviene
chi sa